Storia


TedescoSpagnoloRumenoItalianoInglese


Agrario Vecchio Istituto Nel 1874 a Grumello del Monte (BG) viene istituita la Scuola Pratica di Agricoltura da cui, attraverso diverse vicende, ha origine l'attuale Istituto Tecnico Agrario.
Nel 1922-23 la Scuola viene trasferita a Bergamo e inserita come sezione agraria nell'Istituto Tecnico Commerciale Vittorio Emanuele II.
A Bergamo resta solo due anni e nel 1925 viene trasferita a Treviglio nei locali già utilizzati a Filanda nel vecchio Monastero dell'Annunziata risalente al XV secolo e della cui struttura originale non resta più traccia. Oggi, abbattuta anche la struttura ottocentesca che aveva preso il posto dell'antico monastero, l'area é occupata dall'Istituto Tecnico Commerciale.
Nell'anno successivo, e precisamente il 1/6/1926, il R.D. n. 1314 trasforma la scuola in Ente Consorziale Autonomo costituito da Provincia di Bergamo e Comune di Treviglio (Ente che assume il nome di Gaetano Cantoni, illustre agronomo nato e vissuto a Milano dal 1815 al 1887 che getta le basi della moderna agricoltura lombarda).

Vecchio Istituto A seguito della riforma della scuola in Italia (Riforma Gentile) avviata nel 1923 che ristruttura in modo radicale l'assetto scolastico, nel 1931 la scuola assume il titolo di Scuola di Avviamento Professionale di tipo agrario con corso di studi di durata triennale a cui, successivamente si aggiunge un biennio di Scuola Tecnica Agraria.
Nel 1945 alla Scuola Tecnica si affianca l'Istituto Tecnico Agrario autorizzato e riconosciuto dallo Stato solo nel 1947 e gestito dall'Ente "Cantoni".
La Scuola Tecnica Agraria cessa la sua attività nel 1952 e continua solo l'Istituto Tecnico Agrario fino all'1/10/1968 quando, dopo alterne vicende e proprio nel momento in cui se ne paventa la chiusura, l'Istituto viene statizzato divenendo Istituto Tecnico Agrario Statale ad amministrazione autonoma.
Rimane l'Ente "Cantoni" che continua a gestire fino al 1974 il Convitto che originariamente faceva parte dell'Istituto.
Finalmente nel 1975, l'Istituto lascia la sede dell'ex monastero dell'Annunziata, oramai fatiscente, e si trasferisce presso l'ex seminario dei Padri Bianchi acquistato dall'Amministrazione Provinciale di Bergamo dove attualmente risiede.

Vecchi Istituto La popolazione scolastica che nel 1958/59 conta 70 studenti va via via crescendo fino a raggiungere, nel 1977/78, il numero di 787 alunni con 29 classi.
L'aumento della popolazione scolastica e la considerazione che molti studenti provengono dalle vallate bergamasche induce l'Amministrazione Provinciale ad aprire nel 1980 una sezione staccata a Bergamo con 2 classi presso l'Istituto per Chimici.
Nell'anno scolastico 1985/86 prende origine l'Istituto Tecnico Agrario di Bergamo che si stacca dalla sede di Treviglio e diventa autonomo.
Nel 1990 il Collegio dei Docenti, vincendo numerose perplessità e resistenze, al fine di adeguarsi alle nuove esigenze del mondo del lavoro legate al progresso scientifico, tecnologico ed economico aderisce al progetto sperimentale assistito dal Ministero della Pubblica Istruzione denominato “Cerere 90" che prende l'avvio con l'anno scolastico 1991/92 affiancandosi al corso tradizionale.
Il progetto "Cerere ", oltre a una revisione generale e complessiva di alcune discipline scientifiche che vengono rimodernate e in parte ridotte, introduce il proseguimento della lingua straniera (Inglese) fino al 5° anno e lo studio dell'Informatica nel programma di Matematica.
Contemporaneamente anche il corso tradizionale subisce una modifica dei programmi di matematica e fisica nei primi tre anni con l'adozione del Piano Nazionale d'Informatica (P.N.I.).
Per far fronte alle nuove esigenze, l'Istituto si dota di un moderno laboratorio di informatica con 13 personal-computers collegati in rete e apparecchiature informatizzate per la raccolta e gestione di dati agrometeorologici e per l'irrigazione automatica di un frutteto.
L'evolversi dell'organizzazione scolastica ha portato gli I.T.A.S. a modificare la propria organizzazione scolastica che nel passato era imperniata sul trinomio Scuola-Convitto-Azienda.
Abbandonata l'organizzazione convittuale a seguito del proliferare degli I.T.A.S. e alla velocizzazione dei mezzi di trasporto è rimasta l'azienda agricola che con i settori multidisciplinari ancora oggi rappresenta il miglior campo di esplorazione e di sperimentazione delle discipline teoriche e pratiche di insegnamento.

immagine servizio